News News Un tramonto da Re
Un tramonto da Re
Mercoledì 19 Giugno 2013 10:58
Un tramonto....da re! -by Fabrizio De Pau
E' proprio in quelle giornate dove in tanti non ci scommetterebbero neanche 1€, che arrivano le mie migliori sorprese.... E allora al grido di “buona pesca”, di qualcuno, ho deciso di passare il pomeriggio in uno spot lungo la costa W del nord Sardegna, chiaramente con artificiali in spalla e canna in mano.....
Poco vento di Gracale, mare piatto e 35° sulla testa, dopo una camminata di qualche minuto mi metto subito in pesca. Vista l'ora (18:00) e il caldo, voglio tentare con qualche jig a fondo, partendo da un Searock, ma dopo svariati lanci, non ottengo nulla, allora perchè non tentare con un minnow?!
Via con il Mommotti 180SS BRZ. 3 lanci, recuperi medio/lenti, jerkatine belle decise, eh....Sbaaaamm: il mulinello, che forse era stato tarato troppo leggero, inizia a sfrizionare come un matto.
Dopo i primi istanti di emozione per la grande forza trasmessa dal pesce e dopo aver chiamato la mia compagna a qualche metro di distanza, do subito qualche giro di frizione, chiaramente con una paura tremenda di perderlo, e inizia la lotta. Cerco di mettermi il più in alto possibile rispetto al gradino a qualche metro da me. Dopo avermi fatto portare via circa 150mt di trecciato, pensando ai preziosi consigli di Alebass,  ed aver visto la canna piegata per gran parte del fusto, inizio ad trascinarlo verso di me. Volevo farlo mio a tutti i costi, e contemporaneamente cercavo di capire cosa fosse...
E via così per 3 o 4 interminabili minuti: ancora 2 piccole fughe ma con grandi testate da vero combattente, ed è a quel punto che lo vedo tra delle roccie a 2 metri da me, con un riflesso Rosa inconfondibile, è lui, il Re....
Con un po' di tremarella, data l'adrenalina che ormai mi aveva completamente preso, trattenendomi a stento da urlare, aspetto la risacca: 2 secondi ed arriva sotto i miei piedi, lo afferro in meno di un secondo con il Grip, ed a quel punto, che penso mi abbiano sentito anche a qualche km di distanza. Una liberazione... Finalmente ero riuscito a portare a terra il Re dei nostri mari, dopo  fatiche, tante Albe e tante tante camminate....
Chiaramente penso di aver avuto la mia buona dose di fortuna con la "C" maiuscola, ma è arrivata dopo tanto, e penso di essermela anche un pochino meritata...
Dopo aver fatto bagaglio personale di questo giorno, lo voglio prendere come punto di partenza, e riaprire la sfida con me stesso per cercare di superarmi sempre di più.....

Attrezzatura usata:
Canna Quantum Blu Spin 2,40mt 20-80g
Mulo Shimano Exage 4000
Multifibra Fins 20 pound
Fluorocarbon Zayo Colmic 0,52mm
Jack Seaspin 20 Lb
Artificiale Mommotti 180SS BRZ